FANDOM


Ci serve il tuo aiuto!
Questo articolo è una bozza. Puoi aiutare la wiki aggiungendo informazioni.
Stub.gif
Inazuma Eleven Logo.png
Inazuma Eleven è un anime di 127 episodi diviso in tre saghe, prodotto da Level 5 e OLM e trasmesso da TV Tokyo dal 5 Ottobre 2008 al 27 Aprile 2011. L'anime è stato trasmesso in Italia da Disney XD e Rai 2 dal 1° Giugno 2010 al 27 luglio 2012. È stato prodotto anche un film d'animazione in 3D intitolato Gekijōban Inazuma Eleven - Saikyō gundan Ogre shūrai (劇場版 イナズマイレブン 最強軍団オーガ襲来 Gekijōban Inazuma Irebun - Saikyō gundan Ōga shūrai, lett. "Inazuma Eleven - Il film - L'attacco dell'armata più forte: gli Ogre"), uscito in Giappone il 23 Dicembre 2010 e ultimamente su Disney XD.


Prima Stagione - Il Football Frontier

Mark Evans è il portiere del club di calcio della Raimon Junior High (la parola Raimon significa "cancello del fulmine" ed è scritta 雷門; nella versione italiana dell'anime la pronuncia è anglicizzata in "Ræimon", mentre la pronuncia giapponese è "Raimon") e frequenta la seconda media. All'inizio solo sette membri risultano iscritti alla squadra, ma solo Mark si allena effettivamente. Tuttavia il nostro eroe continua costantemente ad incoraggiare gli altri membri affinché lo seguano nel suo sogno: partecipare al Football Frontier (フットボールフロンティア Futtobōru Furontia) Purtroppo i suoi incoraggiamenti non danno buoni frutti. Così Mark decide, sotto consiglio della sua amica Silvia, di allenarsi con alcuni bambini delle elementari, che giocano in una piccola squadra locale: l'Inazuma Kids FC ; un pomeriggio, mentre Mark si sta allenando con i bambini, uno dei ragazzi per sbaglio tira il pallone contro due teppisti (che passavano di lì per caso). Uno dei due tira un calcio a Mark e il secondo (di nome Arnold, pare) calcia il pallone contro Maddie, una bambina che gioca nella squadra. Improvvisamente, però, un ragazzo di passaggio la salva colpendo il pallone con una potenza mai vista, scaraventandolo sulla faccia di Arnold. I due teppisti scappano e Mark , stupito dal suo tiro, chiede al ragazzo se frequenta la Raimon Junior High , ma lui lo ignora totalmente. Il giorno dopo, Mark scopre che il suo nuovo compagno di classe è proprio quel ragazzo, il cui nome è Axel Blaze ; egli, infatti, si è trasferito dalla Kirkwood Junior High . Durante la pausa pranzo, Mark gli chiede ufficialmente di entrare in squadra, ma lui rifiuta ammettendo di aver smesso di giocare a calcio. Tempo dopo, Mark viene avvertito che lui e i suoi compagni devono giocare una partita contro la temibile Royal Academy (帝国学園 Teikoku Gakuen), la squadra più forte del paese allenata dal pericoloso Ray Dark e capitanata dall'arrogante ma imbattibile trequartista Jude Sharp . Eccitato dall'idea di affrontare un simile avversario, Mark inizia così a cercare i giocatori mancanti, trovandone ben quattro disposti a giocare, tra cui l'arrogante William Glass che pretende di avere il numero 10 (il numero del giocatore più importante). Non avendo altre alternative, Mark accetta la proposta di Glass (con il disappunto di tutti i suoi compagni), e la partita può cominciare. Tuttavia il match non inizia a favore dei nostri eroi: 20 goal della Royal Academy stendono tutti i giocatori della Raimon . Nessuno è in grado di competere contro simili fenomeni. L'unico in piedi risulta Glass che però se le dà a gambe, impaurito. Nel fuggire, si toglie la maglia numero 10, e Axel , che stava spiando la partita, decide di sostituirlo, convinto dalla grinta di Mark . Con rinnovata fiducia, Mark neutralizza la Zona Micidiale della Royal Academy con la sua nuova tecnica micidiale: la Mano di Luce . Dopo averla parata, con un lungo lancio serve Axel che con il suo Tornado di Fuoco buca letteralmente le mani al portiere avversario Joe King , e la Raimon segna il suo primo goal. Ottenuto l'obiettivo di osservare in azione Axel , la Royal Academy abbandona la partita, lasciando vincere la Raimon a tavolino. Axel però lascia la maglia a Mark e non entra in squadra.


Il giorno dopo, Mark pensa di fare uno schema di gioco seguendo gli appunti di suo nonno, che era allenatore della mitica Inazuma Eleven. Nelly Raimon, la presidentessa, li avvisa che la prossima partita sarà contro la Occult (尾刈斗 Okaruto), una squadra misteriosa nota per eseguire una maledizione sugli avversari. Mark quando ritorna da scuola incontra Axel e decide di seguirlo, notando che entra in un ospedale. Axel lo scopre e gli spiega che sua sorella Julia ha avuto un incidente alla finale dello scorso Football Frontier e per questo aveva giurato di non giocare mai più a calcio. Due giorni dopo, Nelly vede Axel osservare l'allenamento della Raimon, così lo convince a entrare della squadra, dicendogli che sua sorella avrebbe voluto che continuasse a giocare, nonostante l'incidente. Nella partita contro la Occult, la squadra viene messa in grande difficoltà poiché la Occult è esperta in tecniche illusorio-ipnotiche basate su messaggi subliminali. Tuttavia, riesce a vincere per 4-3 grazie ad Axel e Kevin, che creano un attacco combinato chiamato "Dragon Tornado". Grazie a questo successo la Raimon può accedere alla fase regionale del Football Frontier. La prima del campionato regionale, vede la Raimon affrontare la Wild (野生 Nosei); conosciuta per il suo gioco aereo. Così Axel e Jack cercano di imparare la tecnica del "Trampolino Inazuma" (tecnica descritta nel quaderno segreto del nonno di Mark) e così liquidano senza problemi la Wild per 1-0. In questa partita, esordisce con il numero 13 un giovane che arriva direttamente dall'America: Bobby Shearer. Quest'ultimo ha giocato nella Royal Academy, e si è da poco iscritto alla Raimon. Nella successiva partita affrontano la Brainwashing (御影専農 Mikage Sennō), squadra capitanata dal portiere Thomas Feldt. La squadra mette in seria difficoltà la Raimon nel primo tempo; ma Mark, col suo ideale di gioco, insegna alla Brainwashing il bello del calcio: l'imprevedibilità. A fine partita, inoltre, il portiere Feldt cambia personalità: dall'essere un vero e proprio "cyborg" senza sentimenti ne passioni, diventa un giocatore normale a tutti gli effetti e amico di Mark. È da notare che l'allenatore di questa squadra era alleato di Dark. In semifinale, l'avversaria è la Otaku (秋葉名戸 Shūyō Meito), una squadra di appassionati di manga, che viene sconfitta dall'inaspettato goal di William Glass per 2-1. Un terribile avvenimento però, sconvolge tutta la squadra: Bobby Shearer e il professor Wintersea (l'allenatore della squadra) sono delle spie della Royal Academy. Wintersea viene allontanato, mentre Bobby (che viene perdonato dalla Raimon poiché ha rivelato il loro piano) viene reintegrato da Mark e compagni. Da quel momento ritorna il ragazzo buono e gentile di un tempo, giocando ogni partita con i suoi amici della Raimon. La finale del campionato regionale vede la Raimon scontrarsi contro la temibile Royal Academy, che nel frattempo ha cacciato Dark poiché Jude si è accorto pochi minuti prima della partita di una trappola che Dark aveva architettato per danneggiare i giocatori della Raimon. La partita viene vinta dalla Raimon per 2-1 grazie al "Doppio Trampolino Inazuma" di Mark e Axel. Dopo aver sconfitto la Royal Academy nella finale del campionato regionale, la Raimon si qualifica automaticamente per il Football Frontier mentre Jude Sharp rimane sempre più affascinato dalla grinta di Mark. Tuttavia il dominio di Dark non finisce in quanto diventa l'allenatore di una nuova e terribile squadra, fino ad ora sconosciuta: la Zeus Junior High (世宇子 Zeusu). Proprio quest'ultima negli ottavi di finale del Football Frontier affronta e distrugge per 10-0 proprio la Royal Academy, infortunando tutti i membri sotto gli occhi di Jude (che era in panchina essendo infortunato).


Nel corso del Football Frontier, la Raimon deve vedersela con squadre di alto livello. Negli ottavi di finale incontrano la Shuriken Junior High (戦国伊賀島 Sengoku Igajima), capitanata da Sail Bluesea; è una squadra formata da giocatori esperti in tecniche ninja. La partita vede in vantaggio la Shuriken per 1-0. La Raimon ribalta tuttavia il risultato e grazie a Nathan; la partita finisce sul punteggio di 2-1 per la Raimon. La successiva avversaria nei quarti di finale è la Farm Junior High (千羽山 Senbayama), una squadra di campagna, famosa per l'imbattibilità del portiere Greeny che con la tecnica della "Muraglia Infinita", applicata da lui e due difensori, ha reso la sua porta inviolabile. In questa partita viene inaugurato l'esordio di Jude; questo innesto è molto importante, infatti per la prima volta i giocatori della Raimon riescono a trovare un equilibrio nel loro gioco. Tuttavia nessuno dei nostri eroi riesce a perforare l'invincibile barriera difensiva della Farm. Ci penseranno Jude, Mark e Axel con una nuova e potentissima tecnica micidiale: "l'Ariete Inazuma". Proprio grazie a questa nuova tecnica, la Raimon s'impone per 2-1 e conquista l'accesso alla semifinale. Nel frattempo, alla Raimon, un ragazzo curioso proveniente dall'America va a fare visita alla sua cara vecchia amica Silvia (e anche a Bobby, il quale non sapeva che fosse lì anche lui). È Erik Eagle, detto "il mago del pallone", che era stato creduto morto. Quest'ultimo diventa subito grande amico di Mark, e proprio con lui e Bobby svilupperà una tecnica che già era riuscito a completare con Bobby e Malcolm Night (vedi sotto): il "Tri-Pegaso". A quel punto, colpito dall'energia di Mark, Erik decide di restare alla Raimon come studente, annullando quindi il suo rientro in America. Diventa a tutti gli effetti un giocatore della squadra, e la sua maglia avrà il numero 16. Ripreso in torneo, la Raimon scopre che la sua avversaria in semifinale è la Kirkwood (木戸川清修 Kidokawa Seishū?). Quest'ultima è l'ex-squadra di Axel ed è capitanata dai tre fratelli Murdoch. Anche Malcom Night, amico di Bobby, Silvia ed Erik, gioca in questa squadra. Grazie alla tecnica del Tri-Pegaso, ed alla sua evoluzione, il Volo della Fenice, la Raimon sconfigge la Kirkwood per 3-2 e si aggiudica un posto per la finalissima. Nel frattempo la Zeus ha letteralmente distrutto l'altra semifinalista, la Karimya Junior High, per 10-0.


Prima della finale, Mark scopre una nuova tecnica segreta: la "Mano del Colosso". Tuttavia si scoprirà difficilissima da eseguire e applicare. Arriva il giorno della finalissima: i ragazzi della Raimon entrano nello stadio della Zeus, e dopo essersi sistemati, compaiono i loro misteriosi ma potentissimi avversari, capitanati dal seducente Byron Love. Prima di iniziare, i giocatori della Zeus bevono una strana sostanza chiamata "Nettare degli Dei". Dark, intanto, osserva la partita dalla sua postazione oscura. Mark sa di non poter eseguire la Mano del Colosso, e deve accontentarsi della sua fedele Mano di Luce. Ma essa si rivela inefficace: dopo pochi minuti gli attaccanti della Zeus (incluso Love) portano la Zeus sul punteggio di 3-0. Il portiere Paul Syddon neutralizza qualsiasi conclusione della Raimon (persino il Dragon Tornado e il Volo della Fenice); i nostri eroi si ritrovano in dieci a causa degli infortuni di Willy, Tod, Max, Kevin e Timmy. Nel frattempo, Nelly, Silvia e Celia scoprono che il Nettare degli Dei altera le condizioni del corpo umano e cercano di informare la polizia. La partita nel frattempo prosegue in modo drammatico: Jonas Demetrius, Henry House e lo stesso Love mettono in seria difficoltà i giocatori della Raimon e impegnano seriamente Mark, che si salva come può. Prima dell'inizio del secondo tempo, Mark indossa i leggendari guanti di suo nonno, affinché il suo spirito possa guidarlo. Love è pronto per eseguire il "Colpo Supremo" e neutralizzare Mark, ormai sfinito. Ma mentre il capitano della Zeus sta per eseguire il suo Colpo Supremo per annientare definitivamente il portiere della Raimon, Mark però, guardando la bruciatura sul guanto sinistro del nonno, capisce che volevano dire i disegni sul quaderno e riesce ad eseguire la "Mano del Colosso". Love prova diverse volte a segnare, ma Mark gli nega tutti i tiri. Colpiti dalla forza di Mark, Jude e Axel battono Syddon con un tiro combinato formato dal "Tornado di Fuoco" e il "Calcio Gemello", portando la Raimon sul 3-3. Il sigillo finale lo siglano Mark, Bobby ed Erik che usano il Volo della Fenice, e Axel dà la spinta finale con il "Tornado di Fuoco": la tecnica è chiamata "Tornado Finale". La Raimon vince e compie una grandiosa rimonta, conquistando quindi il prestigioso Football Frontier. Dark, intanto, viene arrestato dall'ispettore Smith perché il Nettare degli Dei altera le condizioni del corpo umano.

Seconda Stagione - L'Alius Academy

Mentre la Raimon sta tornando a casa dopo la vittoria contro la Zeus, Mark avvista nel cielo degli strani palloni neri, che iniziano a distruggere tutto ciò che incontrano. Distruggono principalmente le scuole, e tra quelle distrutte figura anche quella della Raimon. L'artefice di queste devastazioni si scopre essere una misteriosa accademia extraterrestre, la Alius Academy (エイリア学園 Eiria Gakuen), che minaccia di conquistare la Terra e per questo ha mandato molte delle sue squadre per l'invasione. La prima di queste è la Gemini Storm (ジェミニ・ストーム Jemini Sutōmu), capitanata dall'arrogante Janus, che rade al suolo la maggior parte delle scuole del paese e infortuna Jim, Sam, Steve, Max e Timmy (costringendoli a rimanere all'ospedale), sconfiggendo per 20-0 la Raimon nella prima partita. Il giorno dopo Mark e compagni arrivano nel luogo dove era stata inaugurata una statua (distrutta dagli alieni). Lì incontrano la figlia del primo ministro, Victoria Vanguard, che li sfida a calcio, credendogli degli alieni. La Raimon sconfigge la Secret Service (SP Fixers, SPフィクサーズ Esu Pī Fikusāzu) per 1-0 e Victoria si unisce alla squadra, letteralmente affascinata da Mark. Questo nuovo innesto, però, non servirà alla Raimon per sconfiggere gli avversari: infatti vengono surclassati per 32-0. Lina Schiller, subito dopo, caccia Axel dalla squadra ritenendolo inutile, con grande rabbia dei giocatori della Raimon (primo su tutti Kevin). La Raimon, su consiglio della Schiller, si reca nella regione di Hokkaido per trovare un potentissimo giocatore chiamato Shawn Froste, che gioca come attaccante-difensore nell'Alpine Junior High (白恋 Hakuren). Viste le sue grandi ed incredibili potenzialità, la Raimon lo assume (con il gran disappunto di Kevin). Tuttavia, Froste si presenta come un ragazzo scialbo e innocuo, ma in lui coesistono due personalità. La Gemini Storm si presenta alla sede dell'Alpine per sfidare una terza volta la Raimon. La squadra capitanata da Mark, grazie a Shawn e all'allenamento, s'impone per 2-1 sugli alieni. Lo stesso Kevin, nonostante la nuova rivalità con Shawn, segna un bellissimo goal con la sua nuova tecnica: il Drago Alato (Wyvern Crash). Lasciata Hokkaido, la Raimon scopre che la sua vittoria contro l'Alius Academy è solo temporanea: altre squadre aliene minacciano di conquistare la Terra e distruggere la Raimon. La successiva avversaria è la Epsilon (イプシロン Ipushiron), capitanata da Dvalin, un portiere di eccezionale qualità che si dimostrerà essere anche un potentissimo attaccante. La Epsilon sfida la Cloister Divinity School (漫遊寺 Man'yūji), dove la Raimon è in visita, e la Cloister si rifiuta di giocare poiché i giocatori non giocano, ma meditano. Di fronte al rifiuto, Dvalin distrugge la scuola sotto gli occhi e gli sguardi ammutoliti degli studenti. La Cloister non ha altra scelta: deve giocare. La partita viene successivamente persa dalla Cloister per 15-0. La Raimon coglie la palla al balzo e sfida la Epsilon, facendo esordire il dispettoso Scott Banyan con il numero 6, ma viene sconfitta per 1-0, in quanto Dvalin fa durare la partita per tre minuti. Alla fine, Dvalin avverte Mark e compagni che la Epsilon sarebbe ritornata per la sfida decisiva. Successivamente, lasciata la Cloister, la Raimon va a Ehime dove incontra Caleb Stonewall, un ragazzaccio allievo di Dark che sfida la Raimon in compagnia dell'Absolute Royal Academy (真・帝国学園 Shin Teikoku Gakuen, lett. "Vera Royal Academy"), dove si sono uniti anche Joe King e David Samford, i grandi amici di Jude. La partita termina sull'1-1, ma l'esito è drammatico: David s'infortuna gravemente a causa del Pinguino Imperatore N° 1, una tecnica proibita e altamente dannosa per chi la esegue, e Kevin viene ferito gravemente da Stonewall. Anche Joe King esegue una tecnica proibita e pericolosa, il Morso della Belva, ma s'infortuna in modo lieve. Dark, dopo la partita, riesce a fuggire dalla postazione in fiamme. A causa di un bruttissimo intervento di Stonewall, Kevin viene tagliato fuori dalla squadra poiché infortunato. Nella regione di Osaka, la Raimon incontra Suzette Hartland, una giovane attaccante follemente innamorata di Erik. Ella gioca nella Tripla C di Osaka (Oosaka Gals CCC, 大阪ギャルズCCC Oosaka Gyaruzu Shī Shī Shī), una squadra composta da sole donne. Suzette sfida quindi la Raimon, per contendersi Erik; la Tripla C viene surclassata con un devastante 4-1, con doppiette di Erik e Shawn. Suzette, in seguito, si unisce alla Raimon e rivela a Mark e compagni una struttura segretissima dove lei e le sue compagne si allenano. La struttura d'allenamento si rivela essere della Epsilon, che appare subito dopo per la sfida decisiva. La partita termina sul punteggio di 1-1, con le squadre al meglio della forma. Per la prima volta, Shawn non riesce a controllare le sue due personalità, e la sua Tormenta Glaciale viene fermata più e più volte da Dvalin (tranne in occasione del goal). La Epsilon annuncia nuovamente che ci sarà un'altra sfida, la decisiva. Giorni dopo, la Raimon si reca alla Fauxshore Junior High (陽花戸 Yokato) per prendere un quaderno con gli appunti segreti del nonno di Mark riguardo ad una tecnica potentissima: il Pugno di Giustizia. Lì fanno la conoscenza del portiere Darren LaChance e della sua squadra, la Fauxshore. Darren è un ragazzo simpatico, grande ammiratore di Mark e abilissimo nel saper eseguire la Mano di Luce e poi la Mano del Colosso. La Raimon e la Fauxshore si affrontano e quest'ultima viene sconfitta per 4-0. Quella notte, Xavier (già comparso in precedenza alla Cloister) fa visita a Mark dicendogli che la sua squadra l'avrebbe affrontato il giorno dopo. La sua squadra, in realtà, è la più potente della Alius Academy: la Genesis (The Genesis, ザ・ジェネシス Za Jeneshisu). Lui si rivela essere il capitano con il nome di Xene. La Raimon affronta la Genesis, ma viene sconfitta per 20-0, e la Mano del Colosso di Mark risulta inefficace contro i semplici tiri di Xene. Il giorno dopo, tutti sono tristi e stravolti per la notizia dell'abbandono di Nathan e di Tod. Mark cade in depressione, ma la determinazione e la forza di Darren (che si allena per eseguire la Mano del Colosso, con successo) lo fanno riprendere. La Raimon riparte alla ricerca del misterioso "Bomber di Fuoco", e Darren si unisce alla squadra. Nei pressi di Okinawa, la Raimon fa la conoscenza di Thor Stoutberg, un ragazzo onesto e bonario bravissimo in difesa, che però rifiuta di entrare in squadra per poter accudire i suoi fratellini. La Raimon incontra un altro ragazzo, che dice di essere il Bomber di Fuoco: Claude Beacons. Dopo un provino, però, si rivela essere il cattivissimo Torch, ovvero il capitano della Prominence (プロミネンス Purominensu). Scampato il pericolo, la Raimon fa la conoscenza di un altro ragazzo di Okinawa, Hurley Kane. Quest'ultimo dimostra subito una forte simpatia per Mark e compagni, e li sfida a calcio con la sua squadra (che è la squadra più forte di Okinawa): la Mary Times Memorial (大海原 Ōmihara). La partita viene vinta per 1-0 dalla Raimon grazie al Volo della farfalla eseguito da Suzette e Victoria, e a fine partita Kane si unisce alla Raimon. Mark si allena duramente con l'aiuto di Hurley e, alla fine, riesce ad imparare la tecnica micidiale del Pugno di Giustizia. Improvvisamente, la Epsilon (chiamata Epsilon Plus) compare nuovamente e sfida la Raimon, per la terza volta. La partita è molto combattuta, e sia Mark che Dvalin neutralizzano senza problemi le conclusioni a rete. L'equilibrio nella personalità di Shawn si rompe dopo che la Tormenta Glaciale è stata fermata ancora da Dvalin, e il ragazzo cade in campo sconvolto. Nel secondo tempo Dvalin, stufatosi di stare in porta e di neutralizzare senza batter ciglio le conclusioni della Raimon, si scambia di ruolo con il centravanti Zell, diventando lui attaccante. Dvalin dimostra grande abilità nel dribbling e nella velocità e anche nel tiro: il suo Calcio Interdimensionale (Gungnir) riesce a perforare il Pugno di Giustizia e a portare in vantaggio la Epsilon Plus. L'inatteso arrivo di Axel Blaze ribalta le sorti dell'incontro; l'attaccante segna due goal eccezionali: il primo goal lo segna con il Tornado di Fuoco (di livello superiore al normale) perforando Zell, e il secondo con una nuova tecnica micidiale, la Tormenta di Fuoco, perforando stavolta la Trivella Spaziale di Dvalin (che si era scambiato nuovamente di ruolo con Zell ritornando portiere); le due realizzazioni consentono alla Raimon di sconfiggere definitivamente la Epsilon. Poco dopo, un'altra squadra sfida la Raimon: la terribile Diamond Dust (ダイヤモンドダスト Daiyamondo Dasuto?), capitanata dalla potente Gazel. La Raimon pareggia 2-2 con la Diamond Dust grazie al provvidenziale intervento di Byron Love, ex-attaccante della Zeus che subentra a Suzette Hartland. La partita contro la Chaos (The Chaos, ザ・カオス Za Kaosu), la squadra creata da Gazel e Torch, e contenente cinque giocatori della Diamond Dust e sei della Prominence, si blocca sul punteggio di 11-7 per la Chaos a causa dell'interruzione di Xene. In questa partita viene inaugurato l'esordio di Mark come libero con il numero 15 e di Darren come portiere della Raimon con il numero 1. Tuttavia, Love si infortuna gravemente nel tentativo di attaccare la difesa avversaria e di conseguenza abbandona la squadra. La Raimon si rende conto che è giunto il momento di scontrarsi nuovamente contro la potentissima Genesis. Per questo si reca sul monte Fujii, precisamente in un'enorme stazione spaziale dentro la quale c'è lo stadio della Genesis. Lì Mark e compagni fanno la conoscenza del padre di Lina Schiller, il sig. Astram Schiller, il quale rivela loro che i membri della Alius Academy non sono veri alieni, bensì esseri umani modificati dalla Pietra di Alius, un meteorite caduto sulla Terra che potenzia le abilità sportive del corpo umano (meglio ancora del Nettare degli Dei). Si scopre anche che il sig. Schiller sfrutta i giocatori della Alius Academy per i suoi loschi scopi. Nella seconda e ultima sfida Xene, Bellatrix e Wittz (gli attaccanti della Genesis) mettono in seria difficoltà Darren con le loro tecniche: Supernova e Pinguino Spaziale. Shawn invece riesce a trovare un giusto equilibrio con le sue personalità e sfodera una nuova, potente tecnica: Il Richiamo del Lupo. Il sigillo finale viene siglato da Mark, Axel e Shawn con una tecnica micidiale formidabile: l'Energia della Terra, usata grazie ai sentimenti di tutti i giocatori della Raimon. La partita finisce a favore della Raimon per 4-3 ma, dopo l'arresto del sig. Schiller, deve vedersela con una nuova squadra controllata dalla pietra di Alius, fondata dall'ex-tirapiedi del sig. Schiller Godric Wyles: i Dark Emperors (ダークエンペラーズ Dāku Enperāzu). Di questa squadra fanno incredibilmente parte tutti i membri della Raimon che erano stati esclusi tra cui Nathan, Jim, Steve, Max, Kevin, Timmy, Sam e Tod. Anche il portiere (amico di Mark) Thomas Feldt, Shadow e Malcom Night (difensore della Kirkwood e grande amico di Erik, Bobby e Silvia) si sono uniti a questa squadra. La partita è a sfavore della Raimon: alla fine del primo tempo sono già sotto di due goal di Shadow e Kevin, e la squadra non riesce a trovare il goal. Nel secondo tempo, invece, la squadra riesce a pareggiare grazie a Shawn e Axel. Ma quando tutto sembra a favore della Raimon, Nathan, Kevin e Max riescono a portare la partita sul 3-2 con la Fenice Oscura. Darren s'infortuna gravemente alla mano, e Mark decide di sostituirlo, con grande gioia da parte di Nathan (che voleva a tutti i costi sfidarlo). A quel punto, Mark usa la Mano di Luce per bloccare i tiri dei Dark Emperors, nella speranza che essa possa far ricordare a Nathan e agli altri il loro passato. E ci riesce: Mark riesce ad eliminare l'effetto della pietra e tutto torna normale. La partita si chiuderà successivamente sul 3-3. Mentre Mark è acclamato da tutti i suoi compagni, Victoria lo bacia su una guancia, lasciando di stucco Silvia e Nelly mentre Gregory Smith, l'ispettore, arresta Godric Wyles.


Terza Stagione - Il Football Frontier International (FFI)

Nella terza saga si forma una selezione di giocatori, detta Inazuma Japan (イナズマジャパン Inazuma Japan), costituita da:

  • (1/15) Mark Evans (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) portiere/libero;
  • (2) Nathan Swift (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) difensore-centrocampista;
  • (3) Jack Wallside (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) difensore;
  • (4) Hurley Kane (Mary Times Memorial High School, Mary Times Memorial) difensore;
  • (5) Tod Ironside (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) difensore, si ritirerà poiché infortunato per il resto del torneo;
  • (6) Scott Banyan (Cloyster Divinity School, Cloyster) difensore;
  • (7) Archer Hawkins (?) difensore-centrocampista;
  • (8) Caleb Stonewall (Absolute Royal Academy, poi Royal Accademy; Absolute Royal/Royal) centrocampista;
  • (9) Shawn Froste (Alpine High School, Alpine) attaccante-difensore, si ritira dal torneo per un breve periodo di riposo a causa di un infortunio;
  • (10) Axel Blaze (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) attaccante;
  • (11) Austin Hobbes (Raimon Elementary School) attaccante;
  • (12) Thor Stoutberg (?) difensore-centrocampista;
  • (13) Jordan Greenway (Alius Accademy, Gemini Storm) centrocampista, si ritirerà poiché infortunato per il resto del torneo;
  • (14) Jude Sharp (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) centrocampista;
  • (16) David Samford (successivamente) (Royal Academy, Royal) centrocampista; non sarà scelto per partecipare al Girone Asiatico.
  • (17) Kevin Dragonfly (successivamente) (Raimon Jr. High, Raimon Eleven) attaccante; non sarà scelto per partecipare al Girone Asiatico.
  • (18) Xavier Foster (Alius Academy, Genesis) centrocampista-attaccante;
  • (20) Darren LaChance (Fauxshore Jr. High, Fauxshore) portiere/centrocampista

Questa selezione parteciperà al Football Frontier International (フットボールフロンティアインターナショナル Futtobōru Furontia Intānashonaru). Nel girone di qualificazione asiatico affrontano:

  • 1º I Big Waves (ビッグウェイブス Biggu Weibusu), la nazionale dell'Australia, capitanati da Nice Dolphin. Nonostante il potente Bunker Asfissiante e l'impenetrabile Barriera Oceanica del portiere Jean Baker, i nostri eroi vincono 2-1, con i gol di Hurley (con Il Tifone) ed Axel (con l'Avvitamento Esplosivo). Curiosità: questa squadra, nella versione italiana, non mostra apparentemente un nome vero e proprio in quanto sono semplicemente chiamati gli Australiani.
  • 2º I Leoni del Deserto, nome originale Desert Lion (デザートライオン Dezāto Raion), la nazionale del Qatar, capitanata dal difensore Bilalh Kaile. Mark e compagni, nonostante abbiano chiuso il primo tempo sul 2-0, a causa del clima assolato sullo stadio incredibilmente perdono il vantaggio grazie a due realizzazioni dei Leoni del Deserto, che con il loro gioco duro e aggressivo mettono i nostri eroi in seria difficoltà. Sarà Austin a siglare il goal della vittoria. L'Inazuma Japan vince grazie alla Parabola Micidiale di Nathan, alla Meteora Dirompente di Xavier ed al Ruggito della Tigre di Austin, raggiungendo il risultato di 3-2.
  • 3º La Neo Japan (ネオジャパン Neo Japan), altra nazionale del Giappone, capitanata da Dave Quagmire (Dvalin) e allenata da Lina Schiller. Oltre a Dave, fanno parte della squadra Joe King, Joan Tassman, Sail Bluesea, Jonas Demetrius, Henry House, Neil Turner, Tyler Murdoch, Daniel Hatch, Alan Master, Wittz, Zell e altri giocatori. La partita contro il Neo Japan era stata organizzata per decidere quale delle due squadre dovesse continuare il torneo per rappresentare il Giappone, ma, nonostante la potente Muraglia Infinita della Neo Japan, sbriciolata dall'Ariete Inazuma livello 2, e la Trivella Spaziale livello 2 di Joe King distrutta dalla Tormenta di Fuoco, l'Inazuma Japan vince 2-1.
  • 4º I Fire Dragon (ファイアードラゴン Faiā Doragon), la nazionale della Corea del Sud, capitanata dal più famoso e potente centrocampista della Corea, Chan-su Choi. Oltre a lui, in questa squadra giocano vecchie conoscenze di Mark e compagni: Byron Love, Bryce Whitingale (Gazel) e Claude Beacons (Torch). La partita è combattutissima, e si conclude sul 4-3 per l'Inazuma Japan, che conquista quindi l'accesso al FFI. Da notare che Mark evolve il suo Pugno di Giustizia nel Martello del Colosso, mentre Axel e Austin portano a termine la loro nuova tecnica micidiale: il Ruggito di Fuoco. Inoltre, la squadra scopre di poter contare sul grande talento di Caleb Stonewall.

Dopo aver superato il girone asiatico, la squadra si concentra sul FFI. Il torneo è diviso in due gruppi da cinque squadre ciascuna, che si affrontano come in un normale campionato. Le prime due classificate passano automaticamente alla semifinale, per poi alla finale. Il Gruppo A dove l'Inazuma Japan è stata inserita comprende:

  • 1) I Cavalieri della Regina, nome originale Knights of Queen (ナイツオブクィーン Naitsu obu Kwīn): nazionale dell'Inghilterra, capitanata dall'arrogante ma talentuoso attaccante Edgar Partinus (Edgar Valtinas), che l'Inazuma sconfiggerà per 3-2.
  • 2) L'Unicorno, nome originale Unicorn (ユニコーン Yunikōn): nazionale degli Stati Uniti d'America, capitanata dal centrocampista Mark Krueger. Fanno parte di questa squadra l'eccentrico ed euforico attaccante Dylan Keith e i vecchi compagni di Mark, Bobby Shearer ed Erik Eagle. L'Inazuma Japan riesce a sconfiggere questa temuta formazione per 4-3.
  • 3) La Orfeo, nome originale Orpheus (オルフェウス Orufeusu): nazionale dell'Italia, inizialmente capitanata da Paolo Bianchi (Fidio Ardena), un attaccante di eccezionale qualità che diventa ben presto amico di Mark. Successivamente, subentrerà come vero capitano Hidetoshi Nakata. Ray Dark, sotto le spoglie di Mr. D, diventerà il nuovo allenatore della squadra, con gran disappunto dei giocatori. La partita fra l'Inazuma Japan e questa squadra è molto accesa: tuttavia si concluderà sullo scialbo punteggio di 3-3.
  • 4) L'Impero, nome originale The Empire (ジ・エンパイア Ji Enpaia): nazionale dell'Argentina, capitanata da uno dei difensori più forti del mondo, Tiago Torres (Teres Toure). Sarà l'unica squadra che sconfiggerà l'Inazuma Japan per 2-1. L'unico goal viene segnato da Axel, Austin e Xavier con la Fiammata Tripla.

Il Gruppo B, invece, comprende:

  • 1) La Red Matador (レッドマタドール Reddo Matadōru): nazionale della Spagna, capitanata dal difensore Victor Garcia (Queraldo). Questa squadra va ricordata perché affronta l'Inazuma Japan in una partita dall'allenamento che si conclude sull'1-1.
  • 2) Il Regno, nome originale The Kingdom (ザ・キングダム Za Kingudamu): nazionale del Brasile, capitanata dal "re dei fantasisti" Mac Robingo (Mac Roniejo), che l'Inazuma Japan affronterà in semifinale, sconfiggendola per 3-2. Il presunto allenatore di questa squadra sembra essere Zoolan Rice (Garshield Bayhan), ma poi si rivelerà un impostore.
  • 3) I Piccoli Giganti, nome originale Little Gigant (リトルギガント Ritoru Giganto): nazionale del Cotarl, paese fittizio che richiama il Congo, capitanata da Héctor Helio (Rococo Urupa), un portiere di eccezionale qualità, e allenata dal nonno di Mark, David Evans. I giocatori di questa squadra sembrano delle versioni "africane" dei giocatori della Raimon originale. Verrà sconfitta in finale dall'Inazuma Japan per 3-2.
  • 4) La Grifoni della Rosa (ローズグリフォン Rōzu Gurifon): nazionale della Francia, capitanata dal difensore Pierre Godin. La squadra fa solo tre apparizioni: nell'episodio 68 quando viene presentato Paolo Bianchi, nell'episodio 85 durante la cerimonia d'apertura del FFI e nell'episodio 112 quando viene sconfitta dal Regno per 3-0.
  • 5) La Brocken Borg (ブロッケンボーグ Burokken Bōgu): nazionale della Germania, capitanata dal centrocampista Jonas Pollack. Si sa poco sulla loro squadra, tanto che i giocatori di questa squadra e il loro capitano fanno solo due comparse: nell'episodio 68 durante la presentazione di Edgar Partinus e nell'episodio 85, nella cerimonia d'apertura del FFI.

Dopo il girone asiatico, l'allenatore Percy Travis, a causa degli infortuni di Shawn e Jordan, richiama al loro posto David Samford e Kevin Dragonfly. L'Inazuma Japan parteciperà ad una festa organizzata da Edgar Partinus, il quale il giorno dopo giocherà proprio contro l'Inazuma Japan che vince per 3-2 grazie alla nuova tecnica di Mark: lo Scudo di Energia, la quale sarà la principale tecnica di Mark fino alla finale dove imparerà la God Catch, tecnica formidabile che suo nonno, l'allenatore dei Piccoli Giganti, che sfideranno in finale, stava sperimentando. L'Inazuma Japan deve giocare la seconda partita del girone contro L'Impero. Prima di ciò, Mark, Jude, Caleb e David, insieme ai giocatori della Orfeo, sfideranno il Team D (nome originale Team K, チームK Chīmu Kei), una squadra capitana da Giulio Acuto (un giocatore simile a Jude) e allenata da Ray Dark, che è divenuto il nuovo coach italiano. La partita finirà 2-1 con la scoperta di nuove tecniche il Pinguino Imperatore n°3 di Jude, Caleb e David e il Pinguino Imperatore X di Giulio. Intanto l'Inazuma Japan sta giocando contro L'Impero senza Mark, Jude, David, Caleb. La partita finirà 2-1 per L'Impero; in questa partita Darren (che era in campo al posto di Mark) imparerà la tecnica che voleva imparare prima della partita, chiamata Mano di Forza. Anche Axel, Xavier e Austin impareranno una mossa chiamata Fiammata Tripla.


Il giorno dopo rientra dall'infortunio Shawn Froste, e al suo posto Tod Ironside è costretto a lasciare la squadra. Qualche giorno dopo l'Inazuma Japan affronterà L'Unicorno. La partita si chiuderà con il risultato di 4-3 per l'Inazuma Japan scoprendo nuove tecniche: il Tiro dell'Unicorno di Mark Krueger e Dylan ed il Grande Lupo di Erik, Dylan e Mark, anche se Erik sarà affetto da una malattia e non riuscirà a giocare al massimo. Successivamente la squadra di Mark si scontrerà con la Orfeo dove pareggierà 3-3 in una partita dove Jude, Hidetoshi Nakata e Paolo scopriranno la verità sul proprio allenatore. Al termine della partita Dark verrà arrestato e subirà un incidente dopo il quale viene dichiarato morto. La sua morte non è confermata in quanto fa recapitare una lettera scritta successivamente al fatto. In segno di rispetto, Jude lo chiamerà ancora una volta "comandante" (come ai tempi della Royal Academy).


In veste di supporter dell'Inazuma Japan, Victoria e Suzette decidono di andare a fare shopping in un'antica cittadina. Là vengono avvicinate da due anziani che daranno loro Le Chiavi Della Leggenda, ovvero due bracciali uno celeste con due ali d'angelo incise e l'altro viola con due ali demoniache. Victoria, però, rifiuta e darà il suo a Celia.


Le due ragazze verranno poi rapite dai capitani delle due squadre del Paradiso e dell'Inferno (di Celestia e di Notturnia nella versione italiana); le squadre verranno affrontate ciascuna dall'Inazuma Japan più Tiago Torres (capitano dell'Impero), Mark Kruger e Dylan Keith (L'Unicorno), Edgar Partinus (I Cavalieri della Regina) e Paolo Bianchi (Orfeo) che si uniranno per dare una mano. La Day Star (天空の使徒 Tenkū no Shito, lett. "Apostoli del Cielo") capitanata da Sael verrà sconfitta con il punteggio di 2-1, con le reti di Partinus e Bianchi. Grazie a loro la Inazuma Japan salva Suzette. Scopre anche che Celia verrà utilizzata dalla Night Star (魔界軍団Z Makai Gundan Zetto, lett. "Armata Infernale Z") capitanata da Destra per darla in pasto ad un demone e amplificare così il suo potere, mentre Suzette avrebbe dovuto essere la sua sposa per diminure la sua sete di distruzione. L'altra metà dell'Inazuma Japan sconfiggerà 3-2 la squadra infernale, grazie all'aiuto di Dylan Keith, Mark Kruger e Tiago Torres. Come accadde per l'Alius Academy, però, le squadre del Paradiso e dell'Inferno si uniranno e formeranno una nuova e potentissima squadra chiamata Dark Star (Dark Angel, ダークエンジェル Dāku Enjeru) che metterà a dura prova gli undici giocatori scelti da loro, tra cui Paolo e Tiago, ma riescono a vincere per 2-1 grazie alla Fiammata Tripla di Xavier, Austin e Axel, al Vero Scudo di Energia che sventa il gol del vantaggio per la Dark Star e al susseguimento della Spada Micidiale di Paolo e alla Fiammata Tripla. Gli angeli tornano coscienti delle loro azioni, poiché erano stati soggiogati dall'incantesimo demoniaco, e tutti imparano una lezione sul calcio mentre il Re Demone (Re del Popolo di Notturnia nella versione italiana) si riaddormenta per altri 1000 anni. Superata questa difficoltà, l'Inazuma Japan si riconcentrerà sul torneo. In semifinale, l'avversaria dei nostri eroi è la temibilissima Il Regno, la nazionale brasiliana. Mac Robingo, all'inizio della partita, è fortemente preso dalla voglia di vincere, e assalta incessantemente la porta difesa da Mark. Questo a causa dell'influenza nefasta di Zoolan Rice, che si rivela non essere l'allenatore del Regno. Egli ha minacciato Roniejo e i suoi compagni, per questo l'attaccante brasiliano è determinato a vincere: per non mettere a repentaglio le vite dei suoi compagni. Successivamente, arrestato lo stesso Rice e sostituito dal vero allenatore del Regno, Mac torna in sé e la partita prosegue con continui capovolgimenti di fronte. Il risultato finale è 3-2 per l'Inazuma Japan. La squadra di Mark arriva così in finale, e ad attenderli ci sono i Piccoli Giganti di Héctor, che nel frattempo ha letteralmente sconfitto l'Orfeo per 8-0.

Film

L'adattamento italiano

Inazuma Eleven è stato trasmesso in Italia per la prima volta su Rai 2, nel giugno del 2010 ed è stato replicato diverse volte su Disney XD, negli anni successivi. Il doppiaggio è stato realizzato dallo studio LaBiBi.it con dialoghi di Maurizio Bruni e direzione di Guido Micheli.

Il cast italiano soffre di diverse scelte "sbagliate" (come Gazelle/Bryce Whitingale doppiato da e come una ragazza nonostante non lo sia) e, in generale, di voci davvero poco somiglianti a quelle del doppiaggio originale. La recitazione sembra risentire di una certa fretta, in quanto le battute di molte comparse sono recitate in modo palesemente avulso dal contesto.

L'adattamento dei dialoghi (che utilizza, per i personaggi, gli stessi nomi occidentalizzati di cui fanno uso anche le versioni europee dei videogiochi) è di qualità piuttosto altalenante e alterna parti adattate in modo tutto sommato fedele ai dialoghi originali a parti completamente inventate (un esempio lampante è la telecronaca di Chester Horse, spesso inutilmente enfatizzata e, talvolta, usata addirittura per coprire delle parti che in originale erano mute). Soffre inoltre di una censura abbastanza stretta per quanto riguarda termini riguardanti la religione: i nomi di tecniche speciali, di luoghi o personaggi che in originale contenevano god (cioè "dio" o "divinità") o vocaboli simili, sono stati spesso e volentieri modificati con termini ben più "fumosi", come di luce, supremo, celestiale, e simili (uno degli esempi più spiccati di questa censura sono i nomi di Celestia e Notturnia, che in originale erano chiamati Paradiso e Inferno). Neanche termini come "mortale" o "della morte" si sono salvati dalla censura, venendo spesso e volentieri sostituiti da termini meno "forti" (almeno apparentemente), come micidiale o finale.

Curiosità

  • L'anime è ambientato nel 2010.
  • È stato realizzato un cortometraggio crossover sia con Cattivissimo Me che con LBX.
  • La terza stagione è l'unica nella quale si sfidano in tre partite intere sia le due squadre peculiari di ogni versione del videogioco che la squadra fusione (Daystar, Nightstar e Darkstar); nella prima non sono presenti, nella seconda manca il match contro la Prominence, nella serie GO la partita contro l'Ombra Ancestrale viene interrotta, in Chrono Stone e Galaxy esse non vengono sfidate.

Video Crossover

Inazuma Eleven x Cattivissimo me00:50

Inazuma Eleven x Cattivissimo me

Danball Senki x Inazuma Eleven00:31

Danball Senki x Inazuma Eleven

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale